fbpx

Domanda banale? Non direi, perchè basterebbe chiedersi come mai il parrucchiere impiega tanto nell’eseguire il lavaggio dei capelli per capire che forse a casa impieghiamo troppo poco per poter ottenere lo stesso risultato.

“Cerco sempre di fare ciò che non sono capace di fare, per imparare come farlo.” (Pablo Picasso)

Perchè pettinare la chioma prima del lavaggio?

Vi è chi lo fa e chi no, ma pettinare e spazzolare accuratamente i capelli presenta una duplice funzione.

La prima è quella di rimuovere eventuali residui di lacca, schiuma o gel.

La seconda è quella di limitare successivi nodi e distribuire al i prodotti che si andranno ad applicare successivamente.

Prelavaggio: perchè è necessario pretrattare i capelli.

Mentre la maggior parte di noi procede direttamente all’applicazione dello shampoo, in pochi in realtà sanno che i capelli andrebbero pretrattati.

Come? Applicando precedentemente un olio ristrutturante.

In questo modo si andrà a nutrire in profondità, riparare e aumentare la lucentezza senza rischiare di ungere il capello dopo il lavaggio.

In questo modo è possibile ridare corpo, lucentezza e morbidezza a capelli secchi, danneggiati e trattati da colore, permanente, trattamenti termici (piastra ed arricciacapelli).

Come applicare l’olio ristrutturante?

Applicare l’olio è molto semplice: è necessario distribuire e massaggiare il prodotto su capelli e cute (che risulterà idratata e lenita da eventuali irritazioni) lasciandolo in posa per 15 minuti.

Successivamente si potrà procedere all’applicazione dello shampoo.

In quale modo applicare lo shampoo?

Se normalmente ci limitiamo ad utilizzare una noce di prodotto massaggiandola frettolosamente sul capo, ebbene non è questo il corretto modo di procedere.

I passi fondamentali da eseguire per uno shampoo sono molti di più, scopriamoli insieme!

1) Sezionare.

Cosa significa sezionare? Sostanzialmente dividere in quattro distinte sezioni la capigliatura con l’ausilio di un pettine.

2) Distribuire.

Una volta sezionato i capelli, distribire sempre con l’amico pettine lo shampoo su ogni singola ciocca.

3) Torcere.

In maniera non eccessiva prendere ogni singola sezione e torcerla: questo permette di migliorare l’assorbimento del prodotto.

4) Massaggiare.

Massaggiare accuratamente il cuoio capelluto, facendo particolare attenzione alla parte posteriore della nuca.

5) Risciacquare.

Risciacquare accuratamente con acqua tiepida, spostando più e più volte le ciocche di capelli per eliminare tutti i residui di shampoo presenti: diversamente la cute si irriterebbe sia per la presenza del prodotto sia per l’accumulo del sebo in talune zone.

6) Ripeti!

Ebbene sì, è necessario ripetere tutti i punti precedenti. Ma forse se qualcuno era a conoscenza della necessità di effettuare un doppio shampoo, non sapeva però che i prodotti da applicare devono essere diversi.

Il consiglio infatti è quello di utilizzare durante il primo ciclo un prodotto detergente, e nel secondo un prodotto idratante.

A cosa serve il doppio shampoo?

Eseguire due volte le procedure relative al lavaggio dei capelli consente non solo di garantirne corretta detersione ed idratazione, ma di poter lavare i capelli durante la settimana 2 volte anzichè 3.

Pertanto perdere un pò di tempo nel lavaggio consente comunque di recuperarlo eseguendo il trattamento una volta in meno!

L’applicazione del balsamo per capelli.

A questo punto, una volta deterso la chioma, possiamo procedere ad applicare il balsamo (conditioner).

Per poter fare ciò, sarà necessario passare il pettine tra i capelli nuovamente, sezionare ancora una volta gli stessi, e stendere il balsamo distribuendolo solo sulle lunghezze e le punte (evitando radice e cuoio capelluto).

Altri 5 minuti di posa e possiamo risciacquare.

Se il capello è particolarmente danneggiato potremmo optare per una maschera nutritiva (1 volta a settimana) in sostituzione del balsamo, con una posa di 10 minuti.

Risciacquare accuratamente è il passo finale anche per questa procedura.

Asciugatura dei capelli.

Prima di procedere al’asciugatura si pettina nuovamente il tutto, si avvolge con un asciugamano di spugna e si tampona delicatamente.

Utilizzare un phon possibilmente con diffusore. Questo permette non solo di non esporre troppo al calore il cuoio capelluto, ma di distribuire meglio l’aria su tutto il gruppo di capelli, accelerando l’asciugatura.

Prediligere un calore molto basso.

Non asciugare i capelli in modo naturale: l’umidità sul cuoio potrebbe favorire la crescita di funghi e batteri dando seguito a future dermatiti.

Un pò noioso ma… guardate il lato positivo: è possibile lavare una volta in meno i capelli!