fbpx

Quando si dice i grattacapi… Chi conosce da vicino la dermatite seborroica sa bene che cosa io voglia intendere e quanto sia difficile porvi rimedio, vediamo insieme di cosa si tratta e come alleviarla.

“Quelli che rinunciano sono più numerosi di quelli che falliscono.”  (Henry Ford)

Dermatite seborroica: di cosa si tratta?

È una patologia caratterizzata dalla presenza di squame giallo untuose su cute eritematosa e localizzate prevalentemente sul cuoio capelluto e sul viso. 

Nelle zone affette si riscontra un incremento della moltiplicazione delle cellule cutanee. Non vi è un aumento di produzione di sebo ma in realtà questo cambia di composizione e consistenza andando ad irritare il cuoio capelluto.

I sintomi della dermatite seborroica.

Questa patologia cutanea è caratterizzata principalmente da:

  • forfora, cute secca su cuoio capelluto, capelli, barba, baffi e sopracciglia;
  • pelle grassa e macchiata in concomitanza delle zone sopra indicate;
  • pelle rossa, pruriginosa ed infiammata;
  • placche squamose secche, rossastre e tenaci con diametro di 1 2 cm sulla cute.

In quali parti del corpo può comparire questa dermatite?

La dermatite seborroica nella maggior parte dei casi colpisce il cuoio capelluto estendendosi al viso ma può colpire anche le pieghe della pelle o la pelle delle zone ricche di ghiandole sebacee, in particolar modo nella parte superiore del tronco.

La dermatite seborroica, chi colpisce?

Principalmente bambini ed adulti. Nello specifico per quel che riguarda i più piccoli può capitare che chi già è colpito da dermatite da pannolino possa riscontrare anche altre forme di dermatiti, tra cui anche quella seborroica.

Per quel che riguarda gli adulti, colpisce con maggior frequenza gli uomini e tende a risolversi dopo i 60 anni di età. Nelle donne invece la dermatite seborrocia può insorgere durante la menopausa come conseguenza delle alterazioni ormonali che accompagnano questo fenomeno.

Quali le principali cause della dermatite seborroica?

Generalmente si riscontra la comparsa o l’aumento della dermatite seborroica quando ci troviamo in presenza di:

  • acne cronica;
  • eccessivo consumo di alcol o alcolismo;
  • depressione;
  • disordini alimentari;
  • psoriasi;
  • rosacea;
  • squilibri ormonali;
  • stress;
  • sbalzi termici;
  • allergie;
  • utilizzo di determinati farmaci.

Quando colpisce il cuoio capelluto cosa succede?

 La dermatite seborroica che colpisce il cuoio capelluto anche se grave non è la reale causa della caduta dei caduta dei capelli. Questi però tendono comunque ad appiattirsi e nel tempo ad affinarsi, la chioma perde di volume ed il capello risulta unto e pesante.

Come curare la dermatite seborroica?

Se la dermatite è allo stadio iniziale, è lieve ed in forma leggera è innanzitutto necessario eliminare tutti quei fattori (ove possibile) che scatenano l’infiammazione.

Ossia: ribilanciare la dieta, integrando l’alimentazione con una maggiore assunzione di acidi grassi polinsaturi, inserendo probiotici (aumentando la risposta immunitaria), eliminando cibi raffinati (zucchero bianco, farine bianche, prodotti lavorati, insaccati, etc), aumentando il consumo di frutta e verdura, passando a legumi e cereali integrali, limitando il consumo di carne rossa ed evitando i formaggi.

Se il problema persiste è necessario contattare un medico dermatologo. Quest’ultimo oltre a controllare accuratamente la pelle raschierà la parte superficiale della cute colpita (biopsia) per escludere altre patologie. Provvederà successivamente nel prescrivere un trattamento topico idoneo.

Dermatite seborroica ed igiene quotidiana.

Molto spesso si fà l’errore di utilizzare nel momento in cui compare la dermatite shampoo troppo aggressivi. Questi recano un’iniziale senso di sollievo ma poi andando a seccare la cute generano un effetto rimbalzo ed un aumento dell’infiammazione locale.

Si consiglia pertanto di evitare lavaggi frequenti e di optare per detergenti delicati ed olii che vadano a ripristinare il corretto equilibrio del film idroacidolipidico. Utilissimi anche gli impacchi con maschere di argilla: regolarizzano la produzione di sebo e rimineralizzano la cute.

E voi… Troppi grattacapi? Tranquilli a tutto esiste una soluzione, e se vi serve un’opinione contattatemi! 😘