Behenyl Alcohl: che cos’è?

Alcol cetearyl, alcol cetilico, alcol miristale e alcol behenyl sono solidi bianchi e cerosi. L’alcol isosteario è un liquido limpido. Cetil Alcohol e Stearyl Alcohol sono i due componenti principali dell’alcol cetearyl.

Cetearyl, Cetyl, Myristyl e Behenyl Alcohols sono alcoli a catena dritta. L’alcol isosteario è un alcol a catena ramificata. L’alcol cetearyl è una miscela di alcoli cetili e stearyli, che sono alcoli grassi che si trovano naturalmente in piccole quantità nelle piante e negli animali.

Myristyl Alcohol è una catena di 14 atomi di carbonio. L’alcol cetilico ha 16 atomi di carbonio, mentre gli alcoli stearyl e isostearyl hanno 18 atomi di carbonio. Behenyl Alcohol è il più grande alcol grasso di questo gruppo con 22 carboni ed ha capacità o di stabilizzare le schiume.

Behenyl Alcohl: perché viene utilizzato nei cosmetici e nei prodotti per la cura personale?

Questi ingredienti sono tutti alcoli grassi e che sono ampiamente utilizzati nei cosmetici e nei prodotti per la cura della personale, specialmente nelle lozioni e creme per la pelle.

L’alcole cetearyl e gli altri alcoli grassi mantengono un’emulsione dalla separazione nei suoi componenti oleosi e liquidi. Questi ingredienti vengono utilizzati anche per alterare lo spessore dei prodotti liquidi e per aumentare la capacità di schiuma o per stabilizzare le schiume.

Behenyl Alcohl: è un ingrediente sicuro?

I dati tossicologici relativi ai cinque alcoli alifatici a catena lunga inclusi nella presente relazione (Alcol cetearyl, Alcol cetilico, Alcol isosteario, Alcol miristalico, Alcol behenyl) non hanno rivelato tossicità significativa. Ad esempio, l’alcol cetilico non era mutageno. Le formulazioni contenenti questi alcoli grassi non erano irritanti dermici o sensibilizzanti.

Supponendo che i cinque ingredienti siano dello stesso grado di purezza, la struttura chimica simile consente l’estrapolazione dei dati per uno degli alcoli ai restanti quattro alcoli.

Pertanto, il gruppo di esperti CIR ha ritenuto ragionevole presumere che gli alcoli grassi esaminati appartenenti a questa famiglia abbiano un’attività biologica equivalente.

Visualizzazione del risultato