Polygonum Cuspidatum

Polygonum Cuspidatum ricco di ResveratroloPolygonum Cuspidatum: che cos’è?

Il Polygonum cuspidatum (Fallopia japonica) è un pianta erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle Polygonaceae. La pianta è dotata di fusti vigorosi e glabri, che possono raggiungere un’altezza massima di 3-4 metri. Il Polygonum cuspidatum produce fusti sotterranei (rizomi) lunghi e robusti, capaci di svilupparsi in profondità.

Nei territori di origine è considerata una specie invasiva, ma rappresenta anche un prezioso rimedio della medicina tradizionale cinese e giapponese.

Polygonum Cuspidatum: perché viene utilizzato?

Nella medicina tradizionale cinese, la radice di Polygonum cuspidatum è chiamata Hu Zhang o Hu Chang e viene usata come rimedio analgesico, antipiretico, antidiabetico, antimicrobico, diuretico ed espettorante.

Pertanto, il Polygonum cuspidatum viene prescritto dai professionisti della medicina tradizionale cinese per il trattamento di tosse, bronchite cronica, epatite, ittero, amenorrea, diarrea, leucorrea, dolori articolari, ustioni e contusioni, morsi di serpente e foruncoli 123.

L’estratto di radice di Polygonum cuspidatum (PCE) viene utilizzato come ingrediente in molti integratori alimentari, grazie all’alta concentrazione di resveratrolo.

Il PCE viene utilizzato come ingrediente anche in alcuni prodotti cosmeceutici che vengono applicati sulla pelle.

I principali composti attivi del Polygonum cuspidatum Siebold & Zucc. sono epicatchinaresveratrolo ed emodina 4.

Il resveratrolo e le sostanze fitochimiche correlate (altri stilbeni come la polidatina) producono effetti antiossidanticardioprotettiviimmunomodulatorichemiopreventiviantibattericiantimicotici e antivirali 1.

Gli estratti di Polygonum cuspidatum sembrano avere anche una promettente attività antimicrobica per il controllo dei batteri resistenti ai farmaci .

 

Polygonum Cuspidatum: è un ingrediente sicuro?

Il Polygonum è ritenuto una pianta sicura. Gli studi farmacologici e clinici disponibili non riportano tossicità, nè effetti collaterali significativi e non sono note controindicazioni particolari, eccetto per l’ipersensibilità individuale. Non va comunque assunto in usare in gravidanza e durante l’allattamento.

Come per  tutti i supporti alimentari e rimedi fitoterapici il suggerimento è di utilizzarli sempre previo consulto con il proprio medico curante.

Visualizzazione di 2 risultati