Echinacea Purpurea L.

Winter Help Immuno Complex con Echinacea - Echinacea Purpurea L.Echinacea Purpurea L.: che cos’è?

L’Echinacea purpurea L., comunemente chiamata cone flower viola, è una pianta erbacea perenne grossolana, ruvida, pelosa originaria delle praterie umide, dei prati e dei boschi aperti degli Stati Uniti centro-sudorientali (dall’Ohio al Michigan all’Iowa a sud fino alla Louisiana e alla Georgia).

In genere cresce fino a 2-4 ‘di altezza. Vistosi coneflowers viola simili a margherite (fino a 5 “di diametro) fioriscono per tutta l’estate in cima a steli rigidi rivestiti di foglie ruvide, da ovate a larghe-lanceolate, verde scuro. Buon taglio fresco o fiore essiccato. Gli steli dei fiori morti rimarranno eretti fino all’inverno e, se i capolini non vengono rimossi, i coni anneriti possono essere visitati da cardellini o altri uccelli che si nutrono dei semi.

Il nome del genere Echinacea deriva dalla parola greca echinos che significa riccio o riccio di mare in riferimento al cono centrale spinoso trovato sulla maggior parte dei fiori del genere.

Echinacea Purpurea L.: perché viene utilizzato?

L’Echinacea purpurea(Asteraceae) è un’erba medicinale perenne con importanti proprietà immunostimolatorie e antinfiammatorie, in particolare l’alleviamento dei sintomi del raffreddore. La pianta ha anche attirato l’attenzione degli scienziati per valutare altri aspetti dei suoi effetti benefici.

Ad esempio, l’antiansia, l’antidepressione, la citotossicità e l’antimutagenicità indotta dalla pianta sono state rivelate in vari studi.

Echinacea Purpurea L.: è un ingrediente sicuro?

I risultati degli studi clinici sono controversi in termini di effetti collaterali. Mentre alcuni studi hanno rivelato gli effetti benefici della pianta sui pazienti e nessun effetto avverso grave, alcuni altri hanno riportato gravi effetti collaterali tra cui dolore addominale, angioedema, dispnea, nausea, prurito, eruzione cutanea, eritema e orticaria.

Altre attività biologiche della pianta come attività antiossidanti, antibatteriche, antivirali e larvicidarie sono state riportate in precedenti studi sperimentali.

I risultati degli studi controversi hanno rivelato che, nonostante i grandi esperimenti condotti con successo utilizzando E. purpurea, molte domande rimangono senza risposta e le indagini future potrebbero mirare al completo riconoscimento del meccanismo d’azione della pianta utilizzando nuovi metodi complementari.

Come per  tutti i supporti alimentari e rimedi fitoterapici il suggerimento è di utilizzarli sempre previo consulto con il proprio medico curante.

Visualizzazione del risultato