Terme dei Papi Viterbo, vacanza relax tra terme e storia. Guida: dove mangiare e dormire e cosa visitare in vacanza nella Tuscia

Questo articolo fa sempre parte della serie un giorno torneremo a viaggiare (appena l’emergenza Coronavirus sarà finita), ma intanto, dalle nostre case, possiamo solo muoverci con la fantasia. Una zona che ha risvegliato tutta la mia curiosità è la Tuscia, quel territorio occupato nell’antichità dagli Etruschi e che oggi comprende la provincia di Viterbo: un posto affascinante che non ho ancora avuto l’occasione di visitare! Immaginandomi come una vera e propria business woman in viaggio, piena di impegni e di stress (chiudete un occhio sul fatto che io in realtà insegni yoga…) approdo nelle famosissime Terme dei Papi a Viterbo in cerca di un po’ di relax.

Per me, relax vuol dire: un bel posto tranquillo dove dormire, buon cibo da mangiare e nuovi luoghi da scoprire, oltre a naturalmente tutti i benefici delle terme e dei trattamenti termali. Che cosa avrò scelto per questo viaggio? Partiamo con il descrivere a grandi linee la località.

Viterbo, la città dei Papi

Geograficamente parlando, Viterbo si trova nel Lazio: è una città di antiche origini che conserva il più grande centro storico medievale d’Europa, con quartieri medievali e mura, affiancati da quartieri più moderni.

Sapete che Viterbo è chiamata la città dei Papi? Se come me non eravate delle cime in storia, probabilmente non lo ricorderete!

Nel 1300 il Papa Alessandro IV fuggì da Roma e spostò la sede pontificia a Viterbo, inaugurando un periodo meraviglioso per la città che vide la costruzione di numerose chiese (ad esempio Santa Maria in Gradi e la Chiesa della Santissima Trinità) e di importanti strutture come il Palazzo dei Consoli, il Palazzo del Capitano del Popolo ed il palazzo Papale.

Dopo Papa Alessandro IV, si susseguirono Urbano IV, Clemente IV e Gregorio X, ecco perchè Viterbo è chiamata la città dei Papi! Non vi racconto altro, ma sappiate che con Papa Gregorio X la storia si fa più intrigante: i viterbesi (gli abitanti di Viterbo) dopo aver atteso 33 mesi per l’elezione del nuovo Papa, rinchiusero i pontefici nel palazzo papale e… scommetto che andrete a cercare l’informazione!

Ma non divaghiamo oltre, vi basti sapere che molti pontefici, durante il Medioevo, andavano alle terme romane Terme dei Papi per curare con acqua e fanghi i gravi dolori articolari e reumatici di cui soffrivano.

La zona di Viterbo è infatti ricca di terme che si estendono per 11 Km, le cui principali sorgenti sono il Bullicame, citato nell’Inferno di Dante e protagonista di due disegni di Michelangelo Buonarroti, attualmente esposti in Francia.

Terme dei Papi, le acque termali

Le Terme dei Papi furono così tanto amate da Papa Niccolò V per le proprietà curative delle sue acque, che nel 1450 il Pontefice fece costruire un palazzo, denominato poi Bagno dei Papi, per potervi soggiornare sempre!

Qui le acque termali sono di origine vulcanica e di due tipi: ipertermali con acque sulfuree di temperatura tra i 40° ed i 65° ed ipotermali con acque carbonico ferrugginose tra i 20° ed i 30°.

Grazie alle loro proprietà, queste acque termali vengono utilizzate per trattare problemi dermatologici, otorinolaringoiatrici, reumatologi, ginecologici, gastroenterologici e circolatori.

Dove alloggiare in zona: l’Hotel Alla Corte delle Terme

Cercando su internet un posto dove dormire che possa rendere speciale la mia vacanza, sono capitata all’Hotel Alla Corte delle Terme, un meraviglioso Resort 4 stelle che dista solo 2 minuti dalle Terme dei Papi e 5 minuti in macchina dal centro di Viterbo.

E’ stato un colpo di fulmine, me ne sono innamorata perchè questo hotel si trova immerso in un grande parco: io che adoro la natura, già mi vedo in primavera e d’estate a praticare yoga all’aperto! Per i miei incontri di lavoro, invece, posso utilizzare una delle sale destinate a meeting ed eventi.

E poi parliamo della camera dove vorrei soggiornare: è la Suite Open Air con Patio di 45 mq e ogni comfort (letto enorme, Netflix e Sky per assecondare la mia passione cinematografica, bollitore per le tisane serali da alternare ai caffè Nespresso di giorno) che presenta una grande vasca idromassaggio esterna. Appena l’ho vista, ho iniziato ad urlare devo troppo andarci!!! Per rendervi meglio l’idea, allego una foto tratta direttamente dalla pagina web dell’Hotel La Corte. Non è fantastica?

terme dei papi viterbo hotel alla corte delle terme suite open air con patio idromassaggio

Dove mangiare in zona: il ristorante Il Cavaliere Gourmet

Sono rimasta conquistata dalla cucina tradizionale, prevalentemente locale e rivisitata in chiave mediterranea, che propone lo Chef del Ristorante Il Cavaliere Gourmet, all’interno dell’Hotel Resort Alla Corte delle Terme. Devo ammettere che questo Hotel ha tutto ciò che mi serve per una meravigliosa vacanza relax o di lavoro! E a proposito di business: il ristorante propone cene e colazioni di lavoro se viaggiate per affari, ma anche cene romantiche e a lume di candela se viaggiate in coppia! Potreste anche decidere di festeggiare qui il vostro matrimonio… i maitre chocolatier del ristorante Il Cavaliere Gourmet preparano dei dolci fantastici!

Per finire, qualche curiosità

Soffrite d’insonnia? Terme dei Papi è il primo centro termale italiano che offre percorsi di riabilitazione al sonno, in collaborazione con il Dr. Pierluigi Innocenti, specialista in neurologia ed esperto in medicina del sonno.

Dopo esservi rilassati alle Terme dei Papi e dopo aver visitato in lungo e in largo Viterbo, siete ancora alla ricerca di qualcosa di particolare da vedere? Prendete la macchina, vi propongo una gita al Parco dei Mostri di Bomarzo, conosciuto anche come Sacro Bosco o Villa delle Meraviglie, in provincia di Viterbo. All’interno di questo parco naturale (calcolate un paio di ore per visitarlo interamente) troverete tante sculture enormi in pietra del 16° secolo che raffigurano animali mitologici, divinità e mostri. Per me è assolutamente da non perdere!

parco dei mostri bomarzo viterbo

Siete mai stati alle Terme dei Papi? Conoscete la zona di Viterbo? Sono curiosissima, lasciatemi un commento sulla vostra esperienza in questa zona meravigliosa!