Ed eccola lì, la nostra pelle con il caldo appare maggiormente unta rispetto al solito. E tutte subito pronte a demonizzare il nostro caro amico sebo!

“Siamo angeli e demoni al contempo, dipende da che parte oscilla il pendolo del nostro precario equilibrio.” (Marco Trevisan)

Sebo: che cos’è?

Si tratta di una sostanza fondamentale per la conservazione delle proprietà fisiologiche della pelle e dei peli. Essendo principalmente costituita da sostanze grasse dà origine se prodotto in eccesso ad un eccessiva untuosità della pelle. Nella peggiore delle ipotesi causa la comparsa di brufoli ed acne (nel momento in cui va ad ostruire i pori della pelle).

Abbondante la sua produzione alla nascita, diminuisce progressivamente attorno ai due anni per poi ricomparire nella fase della pubertà (momento in cui si avrà il picco massimo dato dalle variazioni ormonali). Con l’avvicinarsi della senilità andrà poi a ridursi.

Sebo: a cosa serve?

Il sebo andrà a costituire la parte lipofila (ossia grassa) che costituisce il film idroacidolipidico, una pellicola trasparente che riveste e protegge la pelle.  Non solo rende la pelle parzialmente permeabile, ma la protegge da agenti aggressivi, la mantiene idratata, morbida ed elastica. Ha inoltre funzioni anti-fungine e determina l’odore personale di ogni individuo.

Sebo: da cosa è composto?

Chimicamente questa secrezione è composta da:

  • squalene 10%;
  • paraffina 5%;
  • trigliceridi 35%;
  • cere ed esteri sterolici 20%;
  • acidi grassi liberi 20%;
  • colesterolo 10%.

Sebo: chi lo produce?

Questa sostanza viene prodotta da delle ghiandole che sono annesse al follicolo pilifero, dette sebacee. Sono distribuite su tutta la superficie corporea, ad eccezione delle regioni palmo-plantari. Hanno una struttura a forma di grappolo, ogni acino che lo compone produce sebo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sebo: vantaggi.

Generalmente coloro che presentano una pelle tendenzialmente grassa, tolto l’inestetismo di acne e brufoli (con una detersione corretta e l’utilizzo di prodotti specifici), hanno il vantaggio di avere un’epidermide più elastica, che con il tempo tenderà a ritardare la comparsa delle rughe.

 

E allora che dire… ne producete poco? Nella dispensa c’è il vaso da 3 Kg di Nutella! ????