fbpx

Anche a voi all’uscita di un nuovo cosmetico avete l’impulso irrefrenabile di acquistarlo e di accantonare quelli che state già utilizzando? Beh, immagino che vi troviate allora, come me, spesso ad avere creme inutilizzabili (specie se a scadenza breve) e a chiedervi come riciclare i cosmetici scaduti.


“Non soffocare la tua ispirazione e la tua immaginazione, non diventare lo schiavo del tuo modello”  (Vincent Van Gogh)


Riciclare i cosmetici scaduti: quelli per il make-up

Probabilmente sono quelli che permettono di lasciare maggior spazio alla nostra creatività. Perchè? Guardate questo elenco:

  • smalti: dal classico rimaglio del collant o come antiruggine sugli oggetti (per quello trasparente), all’utilizzo come vernice per decorare oggetti di qualsiasi genere (dipingere, marmorizzare la carta), dare nuova luce e colore alla bigiotteria ;
  • ombretti e fard: se non sono scaduti ma non li utilizzate perchè causa acquisto compulsivo in un secondo momento vi siete accorti che non si accostano al vostro viso, li potete miscelare ad uno smalto trasparente. Diversamente se sono scaduti risultano un’ottima polverina ad uso decorativo (alla faccia dei glitter tanto costosi!);
  • fondotinta: sempre ad uso decorativo su carta e cartoncino;
  • rossetti: anche qui un unico impiego prettamente artistico. Stendeteli su un oggetto/foglio e fissateli poi con lacca o colla vinilica;
  • matite per gli occhi/labbra: come una classica matita per disegnare per i bambini, utili per decorare biglietti di auguri se colorate (in particolare se dorate o argentate);
  • mascara ed eyeliner: per decorazioni dall’effetto particolare su ogni tipo di supporto.

Riciclare i cosmetici scaduti: i prodotti per l’igiene personale

  • bagnoschiuma: lavaggio di stoviglie (sciacquare bene!);
  • balsamo: ammorbidente per i capi delicati (con successivo risciacquo);
  • shampoo: lavaggio di capi delicati, detersivo per i pavimenti, per detergere oggetti;
  • sapone liquido per le mani: come per lo shampoo lavaggio di indumenti o come detergente;
  • saponetta: a scaglie in lavatrice come additivo al vostro normale detersivo;
  • dentifricio: come risaputo utilissimo per lucidare l’argenteria; ma anche per spazzolare le unghie (sempre con accurato risciacquo) o per eliminare lo sporco dalle scarpe da ginnastica;
  • lacca: per fissare come detto precedentemente le vostre polveri colorate o per far seccare i fiori che desiderate conservare.

Riciclare i cosmetici scaduti: le preparazioni per la skin routine

  • latte detergente: per ravvivare gli oggetti in pelle o ecopelle;
  • crema solare: ottima per lucidare scarponi e scarponcini invernali, lascia una leggera pellicola protettiva sugli stessi;
  • tonico/struccante: contenendo alcool risulta ideale nella pulizia e disinfezione dei pennelli per il trucco;
  • salviette struccanti: per detergere in velocità i mobili con una sola passata;
  • crema viso/siero: più leggera della crema solare, meno coprente ma più facile da stendere è l’ideale per nutrire il divano del salotto;
  • olio per viso/corpo: utile per rinnovare i mobili in legno.

In nessun caso io utilizzo prodotti scaduti sulla mia pelle: non avrebbe senso diversamente l’apposizione di una scadenza sui cosmetici, non credete?

E voi… Siete abituate a riciclare i cosmetici scaduti? Lasciatemi un messaggio qui sotto!