fbpx

Medicina verde: sì, oggi mi sento un pò streghetta! Ho pensato infatti di parlarvi di un prodotto che è uno dei miei rimedi preferiti non solo ad uso cosmetico: l’argilla verde ventilata.

” Nell’aria, sulle valli, sotto le stelle, sopra un fiume, uno stagno, una strada, volava Cecy. Invisibile come nuovo vento di primavera, fresca come il respiro del trifoglio che si alza dal campo al crepuscolo, volava.
(Ray Bradbury, La strega di aprile) “

Argilla e medicina verde: quale il legame?

L’argilla ventilata è una delle materie prime più antiche che l’uomo abbia mai utilizzato.

Le prime notizie pervenuteci ci raccontano che veniva prelevata sotto forma di fango dal fiume Nilo per essere utilizzata da subito a 360°: dall’impiego (già allora) ad uso cosmetico alla mummificazione (pensate un pò) dei cadaveri.

Di fatto se ci pensiamo è terra: più naturale di così!

L’argilla e la sua formulazione.

Ricchissima di mettalli e minerali è considerata di tutti i rimedi naturali in medicina verde può essere considerato proprio per la sua composizione il più complesso (ma anche il più versatile).

Troviamo allora al suo interno silice, alluminio (silicato), ferro, titanio calcio, magnesio, potassio, sodio.

Campi di applicazione in medicina verde.

Nella forma verde, l’argilla essicata all’aria ed al sole, in maniera completamente naturale trova diversi campi di applicazione per lenire disturbi di diversa natura.

Sistema nervoso.

  • sfera psichica: essendo ricca di minerali, in particolar modo contiene un’alta concentrazione di magnesio, è in grado di apportare per via orale una buona quantità di questo minerale tanto importante per il sistema nervoso;
  • stanchezza, spossatezza: spesso data da esaurimento nervoso o da carenza di ferro, l’assunzione di un bicchiere di acqua ed argilla può essere considerato un efficace rimedio in medicina verde.

Sistema digestivo.

  • apparato digerente: avendo un’alta capacità assorbente permette di risolvere problemi relativi ad acidità di stomaco e reflusso. Come? Disciogliendola in acqua qualche ora prima dell’assunzione e bevendone il natante;
  • fegato pesante: si procede sempre per via orale, l’argilla verde ventilata da sempre ci insegna nella medicina verde che ha un alto potere detossinate oltre che assorbente. Porterà via con sè quei grassi in eccesso e quelle sostanze che vanno ad intossicare l’apparato epatico;
  • aerofagia: sempre la capacità di assorbire tutto ciò che è in eccesso permette di ridurre la presenza di aria nello stomaco e nell’intestino;
  • diarrea e colite: l’alta assorbenza e la capacità antibatterica ed antinfiammatoria riescono a rallentare fino ad un definitivo arresto questi stati;
  • alitosi:sempre disciolta in acqua, per almeno un mesetto. Avendo proprietà antibatteriche andrà a ripulire tutti gli organi preposti alla digestione, causa principali di alito pesante.

Dolori muscolari ed articolari.

  • contusioni e ematomi: da sempre annoverata nella medicina verde, l’argilla permette di lenire distorsioni e contusioni, il tutto tramite bendaggi sulla parte colpita;
  • fratture e decalcificazioni: l’alta presenza di calcio e minerali permette di accelerare il processo di guarigione assumendola sempre per via orale;
  • lombaggine, dolori articolari e reumatici: grazie alla naturale efficacia antinfiammatoria trovano largo impiego impacchi sulle parti interessate dalla patologia.

Problemi alle mucose.

  • afte: molto più rassicurante rispetto all’aceto per effettuare sciacqui, non trovate?
  • gengiviti: i tessuti vengono rinforzati grazie alla presenza di minerali e le mucose lenite per mezzo di sciacqui con acqua e argilla;
  • cistiti, infezioni all’apparato urinario: la medicina verde prevede non solo il ricorso a lavande ma anche un’apporto interno per via orale per ripulire, sfiammare, detossinare.

Carenze alimentari.

  • anemia: l’alta concentrazione di ferro permette di riequilibrarne i livelli (naturalmente se non si tratta di una forma di anemia conclamata);
  • demineralizzazione: l’assunzione ricorsiva permette di andare ad aumentare l’apporto di minerali spesso causa di unghie fragili e caduta di capelli, carie frequenti;
  • osteopenia/osteoporosi: il calcio in sinergia con gli altri minerali possono rallentare il processo degenerativo dei tessuti ossei.

Stati infiammatori e malanni stagionali.

  • afonia, faringiti, laringiti: esternamente risulta utile per impacchi sulla zona del collo. Questo perchè è antibatterica ed antinfiammatoria, pertanto va a lenire trachea e corde vocali;
  • bronchite: anche in questo caso impacchi esterni su petto e spalle possono accelerare il processo di guarigione.
  • cefalea: spesso causata da rigidità muscolare e cervicale, applicandola sulla parte otrà dare sollievo nel medio/lungo termine;
  • raffreddore e sinusite: assunzione per via orale (per detossinare, ridurre la presenza interna di muco e di batteri) e cataplasmi esterni su fronte, naso e zigomi.

Questi solo alcuni dei campi di applicazione, forse quelli che normalmente non vengono spesso passati in rassegna, se non da coloro che con costanza prediligono la medicina verde alla medicina tradizionale.

La stagione invernale si avvicina… Cosa ne dite queste informazioni possono tornarvi utili? 😘

Utilizzate abitualmente l’argilla verde? Solo ad uso cosmetico, o anche voi come me ne sfruttate a piento tutte le potenzialità? Avete qualche ricetta da postarmi qui sotto o nel forum, in modo da poter condividere anche con altri le vostre conoscenze su questo splendido rimedio che la medicina verde da millenni ci tramanda?