fbpx

Se il suo nome non è di buon auspicio, in realtà l’acqua del Mar Morto con i suoi principi attivi è da rivalutare. Perchè? Ha il potere di riportare a nuova luce l’epidermide!

“Senza rinascita niente è del tutto vivo.” (Maria Zambrano)

Mar Morto: di cosa si tratta?

Il Mar Morto è il punto più basso della Terra in quanto si trova a 430,5 metri sotto il livello del mare.

È un lago maestoso e misterioso dall’aspetto di acque turchesi chiare con cristalli di sale che sporgono da esso e colline marrone-dorate che lo circondano.

Si trova nella Jordan Rift Valley, delimitata da Israele a est e Giordania a ovest.

Quali le proprietà di questo lago?

Il Mar Morto è uno dei bacini idrici più salati della terra e nel corso della storia è stato elogiato per le sue proprietà curative e qualità terapeutiche.

Sin dai tempi antichi, le persone hanno usato i depositi di sale del Mar Morto per curare una moltitudine di malattie e condizioni della pelle in modo naturale. Ma cosa distingue questo tipo di sale da tutti gli altri?

I principi attivi di queste acque.

Le sue acque salatissime e il fango ricco di minerali sono noti per i loro numerosi benefici per la salute e molti turisti e gente del posto visitano gli hotel e le spa sulle sue spiagge per trattamenti con fanghi e bagni di sale.

Il sale del Mar Morto contiene un alto volume di minerali ricchi, tra cui magnesio, bromuro, zolfo, zinco e sodio, che, se assorbiti, raccolgono tutti molti benefici per la salute e la bellezza.

Proprio la salinità elevata dà origine al nome del bacino in quanto non rende possibile alcuna forma di vita (pertanto non ci sono pesci nel mar morto), nonostante sia così benefico un trattamento per mezzo dei suoi elemanti (acqua, sali e fango).

Perchè il Mar Morto è così ricco di sali?

La causa è data proprio dalla profondità a cui si trova. In tal modo il bacino diventa capolinea per il flusso della pioggia e delle acque superficiali, ossia l’acqua fluisce al suo interno ma non scorre fuori: ne risulta che non abbia la possibilità di rinnovare il flusso divenendo via via sempre più concentrata.

Essendole condizioni climatiche calde e secche per tutto l’anno oggi giorno l’acqua sta perdendo il suo contenuto di liquido raccolto in 65.000 anni, elevando ulteriormete la concentrazione di sali e di minerali in essa presente. Al tempo stesso fanno del liquido del bacino un elemento sempre più prezioso e raro.

Ma perchè sali ed acqua del Mar Morto sono utili per la pelle?

I motivi sono di diversa natura ma ruotano attorno alla presenza di un’altissima componente di sodio e minerali. Scopriamo insieme i benefici dati dall’acqua e dal fango provenienti da questo mare.

Idrata la pelle.

Suona strano vero? Generalmente pensanso al sale si ha l’idea di un ingrediente che tende a seccare la pelle. Ma questa regola non è applicabile ai sali del Mar Morto.

Questo perchè l’acqua ed il fango sono ricchi di magnesio, elemento che stimola naturalmente il processo di idratazione rafforzando la barriera lipidica della pelle.

Se soffri di pelle secca, gli effetti nutrienti di un bagno al sale del Mar Morto possono aiutare a ripristinare il naturale contenuto di umidità del tuo corpo.

Esfolia delicatamente la pelle.

La consistenza leggermente abrasiva del sale di questo mare lo rende un esfoliante delicato ma efficace. Un utilizzo regolare rimuove le cellule morte della pelle che possono ostruire i pori e rendere la pelle opaca.

Contrasta le patologie infiammatorie della pelle.

La combinazione di minerali nel sale del Mar Morto è risultato più che efficace su pelle secca e pruriginosa associata a condizioni cutanee comuni come l’eczema, le dermatiti e la psoriasi.

L’efficacia sembra sia data dalla presenza di elementi quali zinco, bromuro e magnesio: questi lavorano in sinergia nel ridurre l’infiammazione e aumentare l’idratazione.

Riduce le imperfezioni della pelle.

Grazie alle piccole tracce di zolfo, il sale del Mar Morto è meraviglioso per pulire la superficie della pelle. Questo in quanto lo zolfo è un eccellente detergente e disinfettante topico.

Offre una delicata alternativa per combattere la pelle grassa e curare l’acne.

I sali risultano essere anche anti-age!

Mantenere la pelle adeguatamente idratata è la chiave per un incarnato giovane e radioso: i minerali contenuti nel sale del Mar Morto aiutano la pelle a trattenere l’acqua e a mantenerla idratata.

É proprio l’acqua contenuta nelle cellule che permette alla pelle di combattere letteralmente contro gli effetti dell’invecchiamento mantenendo il proprio tono.

Ma soprattutto… cellulite addio!

I minerali presenti nel sale marino aiutano a disintossicare il corpo, sia dentro che fuori. Una volta rilasciati, questi minerali aumentano anche il flusso sanguigno e ottimizzano il processo metabolico delle cellule della pelle e dei tessuti.

Ciò può aiutare a migliorare l’aspetto generale della pelle e, in alcuni casi, anche a ridurre al minimo la comparsa di cellulite indesiderata.

Io ho già prenotato le prossime vacanze, e voi? 😉

Vi piace viaggiare? Al di là del Mar Morto (dove dopo aver letto il mio articolo andrete sicuramente), cosa vi piacerebbe poter visitare? Sono curiosa, scrivetemelo!