Ritorniamo oggi dopo tanto tempo a riparlare di principi attivi, e lo facciamo con qualcosa di portentoso che ancora una volta ci viene donato da madre natura: le ficocianine.

“Penso che un sogno così non ritorni mai più. Mi dipingevo le mani e la faccia di blu. Poi d’improvviso venivo dal vento rapito. E incominciavo a volare nel cielo infinito…” (Domenico Modugno)

Ficocianine: che cosa sono?

Le ficocianine sono dei pigmenti sotto forma di proteine presenti in taluni vegetali che hanno il compito insieme alla clorofilla di raccogliere la luce. Presentano un caratteristico colore azzurro, ed hanno la peculiarità di emettere fluorescenza.

La parola ficocianina deriva dal greco phyco che significa “alghe” e la cianina deriva dalla parola inglese “ciano”, che convenzionalmente indica una tonalità di blu-verde ma in questo caso si fa riferimento al greco “kyanos” che significa “blu scuro”.

Dove si trova la ficocianina?

Generalmente, come dice la parola stessa, le ficocianine sono prevalentemente presenti nelle alghe in particolare negli esemplari Aphanizomenon flos-aquae (alga Klamath) e Spirulina. In parte presente anche nelle alghe rosse come la Dunaliella del Mar Morto (in questo caso abbiamo un connubio di antiossidanti perchè oltre alla ficocianina vi è un’alta percentuale di betacarotene, licopene, clorofilla e minerali).

Vi sono comunque anche dei micro organismi dai quali è possibile prelevare questa sostanza: i cianobatteri. I cianobatteri sono batteri fotosintetici, produttori di ossigeno. Insieme alle alghe sono loro a caratterizzare le diverse sfumature delle diverse acque naturali!

Una miniera di proprietà…

Le ficocianine presentano tantissime proprietà, tanto da essere sempre più presenti sul mercato per usi completamente diversi tra loro.

Se fino a poco tempo fa era il settore alimentare che ne faceva maggiormente uso per realizzare coloranti alimentari, oggi la ricerca ha dimostrato l’efficacia di queste sostanze nel ripristinare uno stato di benessere ed equilibrio generale sull’organismo umano.

La ficocianina infatti presenta enormi proprietà antiossidanti, contrastando notevolmente il rilascio di radicali liberi. Non solo: negli esperimenti di lungo termine ha dato ottimi risultati nel trattamento di stati infiammatori, fungendo da coadiuvante in terapie antitumorali, e presentando attività immunomodulante. Ha permesso di riequilibrare lo stato del sistema immunitario dei soggetti sottoposti ad integrazione.

Anche nel settore diagnostico le ficocianine sono sempre più utilizzate: grazie alle caratteristica fluorescenza si sono rivelate utili in tantissimi strumenti di lavoro come marcatori (citofluorimetria, immunofluorescenza, test ELISA etc.).

Ma perchè le ficocianine trovano impiego in campo cosmetico?

Se il primo pensiero parlando di cosmesi e ficocianine va alle proprietà anti-age di questi principi attivi, in realtà non vi è da sottovalutare un altro importante aspetto.

La capacità di riflettere e rendere fluorescente la luce nasconde infatti un’enorme potenziale: sono in grado di rendere fresca e luminosa la pelle e di attenuare proprio grazie alla rifrazione le imperfezioni.

Il bellissimo colore blu inoltre la fa da padrone nel make up: la ficocianina è un pigmento naturale perfetto per tutte coloro che desiderano optare per un trucco coloratissimo ma super naturale!

Iolanda

Iolanda Baccarini, classe 1980, skin care addicted. Curiosa, ama leggere e scrivere e celare in ogni articolo metafore. Adora tutto ciò che è insolitamente bello, guardando oltre l'apparenza e l'immagine: l'anima, l'essenza e la sostanza. Ribelle, testarda e sovversiva di natura: segno zodiacale Capricorno, quindi come zodiaco vuole! Fondatrice ed autrice di Cremedivenere.it, del blog e del forum.

Articoli raccomandati

Lascia un commento