fbpx

Si avvicina il 6 di gennaio, befane di tutto il mondo unitevi: è ora di sfatare il mito della vecchia, brutta Befana che porta solo carbone!

“Il più grande spreco nel mondo è la differenza tra ciò che siamo e ciò che potremmo diventare.” (Ben Herbster)

Che cos’è l’Epifania e chi è la Befana?

La festa della Befana è una ricorrenza che cade ogni anno il 6 gennaio. L’ultima della lunga serie di feste ed eventi invernali (“L’Epifania tutte le feste si porta via”).

Rappresentazione dell’anno ormai trascorso e malandato che si congeda con gli ultimi doni.

Non poteva mancare l’eroina della festa: una vecchia, brutta, mal vestita strega, la Befana appunto. Una poveretta che gira tutto il mondo volando su una sgarrupata scopa di saggina per portare dolci e carbone ai bambini (Babbo Natale viaggia comodo sulla slitta con le renne… no comment 😒).

Ulteriore magia delle feste natalizie, che elimina discriminazioni ed accontenta un pò tutti, non credenti compresi (il 6 gennaio è anche associato all’arrivo dei Magi).

La Befana vien di notte.

​”La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
il suo sacco è pien di toppe
e le ossa ha tutte rotte.”

E qui ci chiediamo: viene di notte perchè è brutta? Le befane girano di notte perchè sono vestite di stracci e temono il giudizio? Hanno le ossa tutte rotte per via del freddo o per altro? Nessuno le deve vedere perchè fanno paura? Fanno paura in quanto vecchie e storpie o perchè libere ed indipendenti?

Ma siamo proprio sicuri che queste donne siano vecchie, brutte, spaventose? O sono esseri meravigliosamente forti, giusti e coraggiosi che viaggiano nella notte per portare la luce in attesa che torni il giorno?

Le calzette della Befana.

Già il fatto che la Befana porti le calzette ci dovrebbe far capire che tutto sommato anche lei, a modo suo e come può, tiene comunque a sè, e rivendica la propria dignità con i mezzi che ha.

Non solo, condivide quel poco che le appartiene con chi può rappresentare la costruzione di un futuro migliore: i bambini.

E allora porta dolci ai bimbi buoni per incoraggiarli a continuare nel migliore dei modi su quella dura strada che è la vita. Ma porta anche carbone ai bimbi cattivi: non per punirli ma per poter far accendere in loro quella fiamma necessaria ad illuminare il loro cammino.

Le befane di domani.

Care le mie befane, o voi che in questi giorni siete nei preparativi per portare luce e calore ai piccoli che vi festeggeranno, questo è il mio augurio per voi.

Che l’arrivo dell’anno nuovo e della festa della Befana vi diano la possibilità di riscattarvi, di splendere e di mostrarvi per quel che siete: autonome, bellissime e sorridenti! 😘