fbpx

Ci accingiamo a terminare anche il mese di ottobre e la festa di Halloween si avvicina sempre più. Zucche a parte è impossibile non pensare alle feste in maschera ed ai bambini che si affacciano alla porta di casa gridando “dolcetto o scherzetto”. Ma attenzione alle allergie da cosmetici, perché se Halloween è sinonimo di grande festa, è anche sinonimo di danni cutanei causati da prodotti per il make-up di scarsa qualità.

“Non vi è alcun cosmetico per la bellezza come la felicità.” (Marguerite di Blessington)

I prodotti che ogni hanno vengono sequestrati in quanto non rispondenti ai parametri indicati dal ministero della salute aumentano esponenzialmente, per cui è opportuno essere sempre più attenti nello scegliere il giusto cosmetico.

In particolare è bene porre molta attenzione alla scelta dei cosmetici per gli occhi, in particolare per quel che riguarda il mascara e l’eyeliner, perché molto spesso nei prodotti di scarsa qualità sono presenti tracce di mercurio.

Sintomi di allergie da cosmetici.

Si possono verificare due reazioni allergiche in seguito all’utilizzo di cosmetici non idonei:

  • Dermatite da contatto irritante:  insorge quando una sostanza irritante o aggressiva danneggia la cute. Si manifesta con la comparsa di macchie pruriginose, pelle squamosa o una eruzione cutanea rossa, ma può evolversi in vescicole. Colpisce la zona in cui la cute entra in contatto con la sostanza irritante. Le zone dove lo strato più esterno della pelle è sottile, come le palpebre, o dove la pelle è secca e screpolata ne sono più soggette.
  • Dermatite allergica da contatto: si scatena quando si ha un’allergia verso uno o più componenti del prodotto, il sistema immunitario reagisce contro una sostanza specifica (allergene). Si hanno arrossamenti, gonfiore, prurito e formazioni simili ad alveari. La pelle diventa rossa e infiammata. Viso, labbra, occhi, orecchie e collo sono le zone maggiormente colpite.

In caso di agenti irritanti molto forti la reazione può manifestarsi nel giro di pochi minuti o poche ore dopo. Nel caso di un agente irritante più debole, come il sapone, i sintomi possono richiedere giorni o settimane di esposizione. In alcuni casi, un individuo può sviluppare una sensibilità allergica a un prodotto dopo averlo utilizzato per anni.

Come porre rimedio alle allergie da cosmetici.

Interrompendo innanzitutto l’utilizzo di tutti i cosmetici. Una volta scomparsi i sintomi, reintrodurre uno alla volta i cosmetici per capire qual’è il prodotto che ha causato la manifestazione allergica. Sostituendo i prodotti con altri di ottima qualità. Nel caso in cui non sia possibile identificare la fonte della reazione o qualora i sintomi non scompaiano è consigliabile consultare il medico.

A questo punto è importantissimo lenire e reidratare la pelle con prodotti delicatissimi come quelli della linea al latte di asina o se la pelle è particolarmente macchiata e danneggiata possiamo proporre il rimedio giapponese Uguisu No Fun.

Come prevenire le allergie da cosmetici.

E’ importantissimo seguire queste semplici regole:

  • Leggere l’elenco degli ingredienti su tutti i prodotti cosmetici. Annotare tutti gli ingredienti che hanno causato eventuali reazioni e scegliere prodotti che non li contengano.
  • Effettuare un “mini test cutaneo”: applicare una piccola quantità del prodotto sulla parte interna del polso e attendere 24 ore per appurare l’insorgenza di una reazione.
  • Scegliere prodotti con formulazioni semplici. La presenza di molti ingredienti aumenta le possibilità di potenziali allergeni. Nel caso in cui il numero degli ingredienti sia minimo è più semplice identificare la causa della reazione.
  • Prestare particolare attenzione al trucco, poiché permane a contatto con la pelle per lungo tempo. Preferire prodotti ipoallergenici, privi di fragranze e non comedogenici.

Etichette dei prodotti cosmetici: attenzione!

Gli ingredienti solitamente vengono elencati in ordine descrescente in base alla quantità. Purtroppo alcuni, in quanto segreti commerciali dell’azienda produttrice, per legge possono non essere specificatamente elencati.

Inoltre i prodotti etichettati con le diciture “non profumato” o “privo di/senza fragranze” possono comunque contenerne piccole quantità  per coprire l’odore di altri ingredienti chimici. “Naturale” generalmente significa che il prodotto include ingredienti estratti da piante o da prodotti di origine animale, piuttosto che ingredienti prodotti chimicamente.

I cosmetici “non-comedogenici” non contengono ingredienti che ostruiscono i pori e possono comportare l’insorgenza di acne.

Prestare particolare attenzione alle diciture presenti su alcuni di questi prodotti. Molti utilizzano il termine “ipoallergenico”, anche se non vi sono norme o standards per l’impiego di questo termine.  Sfortunatamente i produttori non sono tenuti a dimostrare questa affermazione.

I prodotti etichettati come “organico” o “biologico” non presentano meno probabilità di causare una reazione allergica.

Ingredienti nocivi

E’ bene evitare:

  • petrolati: sostanze di derivazione petrolifera, occlusivi per la pelle. Sono: paraffinum liquidum, petrolatum, mineral oil, vasellina, paraffina;
  • siliconi: difficili da eliminare dalla pelle, creano un effetto pellicola. Li trovate come: dimethicone, amodimethicone, cyclomethicone, cyclopentosiloxane, dimethiconol, trimethylsiloxysilicate;
  • conservanti: imidazolidinyl urea (cessore di formaldeide), diazolidinyl urea (cessore di formaldeide), methylchloroisothiazolinone e methylisothiazolinone, formaldheyde (l’Associazione Internazionale per la Ricerca sul Cancro ( IARC) sin dal 2004 ha inserito la formaldeide nell’elenco delle sostanze considerate CON CERTEZZA cancerogene),DMDM hydantoin, cocamide Mea, Tea, Dea (aggressivi sulla pelle e potenzialmente cancerogeni), SLS (sodium lauryl sulfate) e SLES (sodio laureth solfato),Ammonium Lauryl Sulfate, PEG Polietilenglicole e PPG, Triclosan  (antibatterico, registrato come pesticida, è anche sospetto agente cancerogeno), BHA-E320, BHT-E321;
  • attenzione anche a: edta-tetrasodium edta (inquinante per l’ecosistema), ingredienti terminanti con -trimonium, -dimonium  (inquinante per le acque), -glycol (solventi sintetici).

E’ possibile trovare un buon database contente l’elenco degli INCI di alcuni prodotti qui.

Norme igieniche e di sicurezza

  • Mantenere una buona igiene personale. Detergere mani e viso prima di applicare il make-up o altri cosmetici.
  • Non condividere i cosmetici con altre persone.
  • Se si vuole testare un prodotto chiedere  un applicatore inutilizzato la cui apertura è stata precedentemente pulita con alcol.
  • Terminato l’uso, conservare i contenitori dei cosmetici chiusi ermeticamente e privi di polvere e sporcizia.
  • Riporre i cosmetici lontano da fonti di calore o dall’esposizione diretta alla luce solare.
  • In caso di infezione oculare non applicare cosmetici sugli occhi. Quando l’infezione sarà guarita, eliminare i prodotti utilizzati in precedenza e usare prodotti nuovi.
  • Eliminare i prodotti che cambiano colore o che sviluppano un odore.
  • Se la consistenza di un prodotto cambia, non aggiungere acqua ma gettare il prodotto.
  • Pulire pennelli e applicatori frequentemente.

Quindi  via alla festa di Halloween ma in tutta sicurezza!